16 festival antirazzista ad Atene 6 7 8 luglio 2012

Il 16° Festival Antirazzista apre le sue porte in tempi difficili. Nei tempi di una crisi profonda, creata da quelli di “sopra”, che premono fino a schiacciare quelli di “sotto”, per farla pagare a loro. Insieme allo sradicamento della nostra vita, siamo testimoni della barbarità dei campi di concentramento, della vergogna del muro, della brutalità dei rastrellamenti (veri e propri pogrom), dell’ascesa della destra nazista e della retorica dell’odio, dell’affermazione e diffusione di un discorso pubblico completamente razzista. I migranti vengono bersagliati collettivamente come “criminali”, le prostitute come “infette”, e tutti insieme, i più vulnerabili tra i vulnerabili, vengono definiti da ministri del governo come “bombe igieniche, pericolose per la sanità pubblica”.
Il 16° Festival Antirazzista, la più grande festa di solidarietà e di equa convivenza, dice “no” alla violenza razzista, all’umiliazione pubblica e al  disprezzo premeditato verso i migranti e verso i nativi.
Ma siamo anche in tempi ricchi di speranza. Eccome! Accanto alla barbarità, fioriscono degli esempi unici di resistenza, collettività e dignità. È la grandiosa lotta del popolo in piazza Syntagma e nelle piazze di tutta la Grecia, la resistenza eroica alla repressione, le assemblee popolari ed i progetti di auto-organizzazione e di solidarietà nei quartieri, gli scioperi coraggiosi delle migliaia di precari che vivono perennemente sotto la minaccia del licenziamento, l’urlo assordante della società resistente. “Prendete il memorandum e andateneve via di qua!”, grida una voce registrata durante le scorse elezioni. L’inaspettato risveglio sociale ha rivelato clamorosamente che i poteri possono basarsi sugli eserciti e sul denaro, ma sono forti solo finchè noi li sopportiamo: quando iniziamo a organizzarci, resistere e agire, si fa presto a dimostrare quanto nudo sia alla fine il re.
IL 16° Festival Antirazzista, una festa di 3giorni nel cuore di Atene, ricca di musiche e sapori da tutti gli angoli del mondo, costituisce nello stesso momento un’opportunità unica per discutere, scambiare opinioni e idee. Parleremo della crisi finanziaria, del saccheggio neoliberale dei beni comuni e delle risorse naturali, del movimento e della sinistra nella nuova era, delle lotte dei lavoratori e delle loro prospettive, dell’ascesa dell’estrema destra in Grecia ed in Europa.
Ci incontreremo con tutti quelli e quelle che hanno realizzato progetti auto-organizzati di solidarietà e di resistenza di ogni tipo (assemblee popolari, cucine collettive, ambulatori medici sociali, corsi gratuiti ecc). Infine, organizzeremo le nostre lotte contro la repressione dei migranti e dei rifugiati, contro la violazione dei nostri diritti, contro l’attacco spietato. Il 16° Festival Antirazzista non è quindi solo una festa, ma anche un atto di resistenza e di solidarietà praticate nel concreto.
Tel. 210-3813928 (dal lunedì al venerdì 17-20),
Programma
Dibattiti

Venerdì 6 luglio (19:30)
– La grecia guardiana della “fortezza Europa”: emarginazione dei migranti, rifugiati intrappolati in Grecia,  regolarizzazioni ed asilo politico.
- Il movimento e la sinistra nel nuovo periodo: tempi difficili, imprevedibili e speranziosi.
Sabato 7 luglio (19:30)
- Centri di detenzione, diffamazione delle sieropositive, sweep operations della polizia contro i migranti. La resistenza alle politiche della paura, al razzismo e all”esclusione dai diritti.
- La salute mentale non è un lusso. E’ un diritto!

Domenica 8 luglio (19:30)
– Violenza razzista e fascista: le sfide e le prospettive dell’antifascismo in Grecia ed in Europa
- Lotte operaie e sociali in prima fila


Laboratori 

Argomenti blasfemi: il Gesù erotico e l’arresto degli attori dello spettacolo Corpus Christi, a cura di OLKE (Comunità Omossessuale Lesbica della Grecia)

Laboratorio d’Iniziativa Antifascista di Kallithèa (quartiere Atene)   
Immigrazione ed uso di sostanze stupefacenti,  a cura di MOSAIC

“Malcom X parla ai giovani” Presentazione di libro dal “Passo Internazionale”
Laboratorio della cucina collettiva El Chef

Nell’ambito delle assemblee popolari locali e delle reti di solidarietà,
laboratori sui beni comuni, sull’alimentazione, la salute e lo spazio pubblico

Nell’ambito dei “Media da sotto”, laboratori relativi al carattere, i limiti e le prospettive dell’informazione senza intermediari


Concerti

Palcoscenico Centrale

Venerdì 21:30 
The Last Drive
Deus Ex Machina
, No Mind
, The Raindogs, 
Pink Tank Project


Sabato 21:30 
Bandista 
Αέρα Πατέρα & Άννα Γούλα (Aèra Patèra e Anna Gula)
Stacy feat. Μάρθα Φριτζηλα (Martha Fritzìla)
Θέμος Σκανδάμης  (Thèmos Skandàmis)
Radio Sol

Domenica
Μαρία Φαραντούρη (Maria Farantouri)
Σαβίνα Γιαννάτου (Savvina Yannàtou)
Encardia
Ελεονόρα Κουνενή (Eleonòra Kounenì)


Palcoscenico dei Migranti 

Venerdì 21:30 
Unione di Donne Africane, Rose Wood: Balli e canzoni dal Madagascar, 
Gruppo Rock filippino
, Hip Hop dalle Filippine e dall’Albania
, DJ Theo


Sabato 21:30
 Balli a cura dell’associazione culturale del Bangladesh “Doel”
Rodina – canto bulgaro 
African Heritage
Mandela Girls: ballo
 Canti e balli kurdi 
6k20: hip hop greco albanese
 Renovatio: hip hop greco albanese


Domenica 8.7
 Balli e canti dalla comunità georgiana, 
Musica tradizionale kurda
, Musica tradizionale afgana
, Gruppo tradizionale Nòstos, a cura del KETHEA (tossicodipendenza)
Teatro 
”Una festa a nuriàn”, commedia antirazzista sui rapporti tra greci e migranti “Se gli squali fossero degli uomini” street performance, 
Stand up Comedy – Trio Karàte 
Biblioteca viva – laboratorio empirico sulle discriminazioni, i pregiudizi, il razzismo e l’esclusione sociale. 
Il rivoluzionario del 5 di ottobre, a cura del gruppo Molòn Lavè (“Vieni e prendi”), 
Νo al razzismo dalla culla – forum teatrale dall’Unione di Donne Africane

, Esposizioni 
Foto dello sciopero dei 300 migranti, 
Vignette sulla crisi finanziaria, 
Grafici di antistachef (http://antistachef.wordpress.com/ )
Proiezioni di documentari
: Zona Rossa, sulla crisi degli afgani in Grecia, 
Catastroika
 East..dreams West – film afgano sui problemi dei rifugiati afgani in Grecia ed in Europa. 
I piccoli altri, sui ragazzi migranti in Grecia
. Eurotrappola, sull’esilio, la solitudine ed i fantasmi di guerra nelle vite dei rifugiati. 
Materia Prima, un documentario sui miserabili del riciclaggio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − tre =