Monthly Archives: luglio 2013

Aperta un’inchiesta sulla morte del detenuto afghano

Carcere-interna

Il deputato di Syriza Dimitris Tsoukalas ha presentato una sollecitazione al capo della polizia greca rispetto all’incidente di Corinto di qualche giorno fa. Tre giorni dopo la morte del rifugiato afghano Mohammed Hasan all’ospedale “Sismanoghlio”, in seguito ad un’infezione che…

L’austerità uccide

apolyseis-poreia3

È morta ieri sera all’improvviso Kleopatra Kapsachàti, insegnante di infermeria presso il primo Liceo Professionale di Tyrnavos (Larissa) e sindacalista del PAME (partito comunista). Kapsachàti era tra i primi 112 insegnanti di Larissa che sono stati sospesi-licenziati in seguito alle…

Sindaci si dimettono in massa contro i nuovi tagli

apolyseis-dimosio-diamartyria-vouli-eurokinissi-660_0

25 sindaci si sono ribellati ai licenziamenti del personale dei comuni, provocando serie preoccupazioni al governo. Si tratta di 25 dei 38 sindaci della Macedonia Centrale. Hanno firmato una lettera di dimissione comune, consegnata ieri all’assemblea urgente del Consiglio Amministrativo…

Aggiornamento sulla cauzione di Kostas Sakkàs

moto

Fino ad oggi, martedì 23 luglio, per la cauzione di Kostas Sakkas sono stati raccolti 18.419 euro. 5.901 euro provengono dalla cassa di sostegno economico che c’è a K*Vox. Per arrivare ai 30.000 euro stabiliti come cauzione mancano altri 11.581 euro. La solidarietà…

Sulla persecuzione degli obiettori di coscienza

soldiers

Cari amici e sostenitori, ormai da sei mesi stiamo vivendo uno dei peggiori anni di persecuzione nella storia del movimento di rifiuto dell’arruolamento nell’esercito. Le persecuzioni vendicative del sistema militare si sono ormai trasformate in arresti “fotografici” e pene che…

Exarchia respinge le provocazioni della polizia (video) [ITA-ENG]

exarchia

Sabato 20 Luglio 2013 i teppisti della polizia della squadra “Delta” sono entrati a “Exarchia”, una delle zone più vivaci di Atene, mentre centinaia di persone stavano partecipando a due diversi eventi di solidarietà con l’anarchico Kostas Sakkas, che ha portato avanti uno sciopero della fame di 38 giorni perché  è stato imprigionato nella sedicente “democrazia” greca per 31 mesi senza processo.

Come si vede nel video, i “delta” in moto hanno iniziato a intimidire e inseguire i passanti senza alcun motivo. Quando la gente ha iniziato a raccogliersi e a reagire alle loro tattiche terroristiche, i poliziotti hanno lanciato contro di loro granate accecanti, granate con gas asfissianti, razzi e perfino bottiglie di vetro vuote!

Centinaia di persone si sono riunite per cacciarli e hanno cominciato a circondarli, mentre i residenti dai balconi di sopra gettavano acqua verso i teppisti della polizia per costringerli ad andarsene, dopo lo scempio che hanno causato.

Fronteggiati da così tante persone, i teppisti dei Delta, insieme a una squadra di polizia anti-sommossa chiamata per aiutarli, sono stati costretti ben presto a ritirarsi e lasciare la zona.

On Saturday July 20, 2013 “Delta” police thugs entered “Exarhia”, one of the most vibrant areas of Athens, while hundreds of people were attending two different solidarity events to anarchist Kostas Sakkas, who was on hunger strike for 38 days because he was imprisoned in the self-proclaimed “democracy” of Greece for 31 months without a trial.

As depicted in the video, the “Delta” police thugs on bikes begun to intimidate and chase passers- by for no reason and when people begun to gather reacting to their terrorist tactics, the policemen threw against them flash-bang grenades, asphyxiating gas grenades, flares and even empty glass bottles!

Hundreds of people gathered at the spot to chase them away and begun to circle them, while residents from their balconies above were throwing water towards the police thugs to force them to leave, following the havoc they caused.

Confronted by so many people, the Delta police thugs, along with a riot police brigade that was called to assist them, were soon forced to retreat and leave the area.

Fonte: youtube

Traduzione di Atene Calling

Kalamata, annullato il festival neonazista

images

Una prima vittoria: il segretario generale dell’Amministrazione Decentrata del Peloponneso, il signor Aggelàkas, ha deciso oggi di annullare qualsiasi manifestazione alla Cassa Portuale di Kalamàta, fino al 30 agosto. Si annulla così il festival organizzato da Alba Dorata (3-4 agosto),…