A un anno dall’omicidio di Pavlos

roupk-thumb-large

È passato un anno da quella notte tra il 17 e il 18 settembre 2013, quando Pavlos Fyssas, un giovane ragazzo dedito ad attività antifasciste, cadde morto a Keratsini, accoltellato da Giorgos Roupakiàs. L’omicidio di Pavlos Fyssas scatenò delle reazioni a catena a livello sociale e politico, al cui apice c’è la carcerazione di numerosi membri eletti del parlamento greco.

Secondo i dati finora raccolti, l’eclatante processo – dopo la fine guerra, il primo in Europa per reati di tipo nazista – dovrebbe cominciare non più tardi della fine dell’anno. Il voluminoso fascicolo si trova già nelle mani dell’esperto P.M. Isìdoros Dogiàkos, che superviionsò le intercettazioni durate per mesi. Si aspetta che il P.M. Dogiàkos presenti la sua proposta al consiglio giudiziario alla fine di questo mese, avviando così le procedure per l’inizio del processo.

Si ricorda che dalle indagini sono venuti alla luce una serie di elementi aggravanti sull’attività criminale di Alba Dorata. Il fascicolo aperto è molto voluminoso: migliaia di pagine, centinaia di video, testimonianze rilevanti. Alla fine dell’attività investigativa dei GIP speciali Ioànna Klàpa e Maria Dimitropoùlou sono stati accusati in 78, cioè quasi l’intero gruppo parlamentare del partito di Alba Dorata. 8 dei 18 deputati di Alba Dorata si trovano in carcere preventivo, mentre il resto è fuori con delle misure cautelari. Tra i membri tuttora in carcere ci sono Nikos Michaloliàkos, Christos Papàs, Ilìas Kassidiàris e ovviamente Giorgos Roupakias, che ha ucciso Pavlos Fyssas.

Concerto in piazza Syntagma

In occasione dell’anniversario dell’omicidio di Pavlos Fyssas, i suoi amici hanno organizzato un grande concerto in piazza Syntagma (19 settembre) con la partecipazione di oltre 30 artisti di tutti i generi musicali. Tra loro, Giannis Charoulis, Ypogeia Reumata, Babis Stokas, Dimitris Poulikakos, Last Drive e Yannis Giokarìnis. Il giorno prima, sarà inaugurato un monumento nel luogo in cui fu assassinato Pavlos Fyssas (via P.Tsaldari 60). Parallelamente, sono state programmate una serie di manifestazioni antifasciste a Keratsini e altrove. Il 18 di settembre ci sarà un corteo di tutta l’Attica che inizierà da Keratsìni e arriverà a Korydallos. Nello stesso giorno, manifestazioni simili si terranno a Salonicco, Giannena, Patrasso, Chania, Rethymno, Irakleio, Xanthi, Komotini, Alexandroupoli, Kalamata e Volos.

Fonte: kathimerini

Traduzione di AteneCalling.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque × 5 =