Cipro, dopo il taglio dei depositi arriva la fame

Sono sempre di più le famiglie che si rivolgono agli alimentari sociali o chiedono l’aiuto della chiesa e dei Comuni per procurarsi il necessario pasto quotidiano e per far fronte alle spese domestiche. Si tratta di famiglie che negli ultimi anni avevano un tenore di vita dignitoso. 

Vista la nuova realtà e le condizioni economiche verificatesi nel nostro paese, sempre più persone cercano aiuto per tirare avanti. 

La Diocesi di Tamassòs e di Orinì e il Comune di Lakatamia, hanno ricevuto circa trenta nuove richieste per la fornitura di pacchi alimentari dall’alimentare sociale, che lancia un appello a quanti si trovano in una situazione economica migliore rispetto agli altri per realizzare delle offerte, soprattutto di cibo per bambini. 

Athinà Kyriakou, coordinatrice dell’alimentare sociale del Comune di Lakatamia aveva recentemente dichiarato che “c’è il panico, venerdì abbiamo distribuito alcuni pacchi con beni alimentari e adesso abbiamo oltre trenta nuove richieste”. 

In meno di una settimana le richieste per la fornitura di pacchi con beni alimentari per una settimana presentate all’alimentare sociale di Larnaka sono state più di trecento. Più di 1500 in tutto le famiglie che ne hanno finora fatto richiesta. 


Aumenta quotidianamente il numero degli studenti poveri
 

È in forte aumento il  numero degli studenti poveri nelle scuole, come detto ieri durante l’assemblea straordinaria della Commissione per l’Istruzione dal suo presidente Nikos Tornaritis. 


Il ministro dell’ Istruzione Kyriàkos Kenevezos ha elogiato il lavoro svolto dai responsabili del Ministero, i quali, come ha detto, hanno dato l’anima per la causa in questione. Il ministro si è dichiarato d’accordo sulla creazione di un ente di gestione sottolineando che non contribuiremo alla creazione di un’immagine non trasparente. Tra le altre cose ha dichiarato che le offerte sono benvenute, ma che non bisogna ipotecare l’istruzione.
 

Il Dirigente dell’istruzione Elementare del Ministero dell’Istruzione Elpidoforos Neokleous ha riferito che su 59.077 studenti (49.014 di scuola elementare, 9.931 di educazione pre-elementare e 132 di educazione speciale), 7.090 dichiarano di affrontare problemi economici e gli viene fornito gratuitamente un sandwich e un succo di frutta. Il signor Elpidoforos stima che il numero di questi studenti aumenta velocemente e presto arriverà a 10.000. 

Per quanto riguarda l’istruzione Superiore, Andreas Stylianou ha detto che la situazione è chiaramente migliore. Su 49.108 studenti (23.813 delle scuole medie, 21.157 dei licei, 4.136 degli istituti tecnici) solo 3.118 studenti hanno dichiarato di aver bisogno di aiuto, e tra questi 2.718 mangiano gratuitamente. Il Dirigente dell’Istruzione tecnica, Ilias Markatzis ha dichiarato che tutti i 370 che avevano dichiarato di aver difficoltà economiche nel reperimento di beni alimentari, sono stati tutti soddisfatti.  21 dalle associazioni dei professori e 59 dalle associazioni dei genitori, 206 dalla Chiesa e 12 dalla Croce Rossa. 

 
30/03/2013 

 
Fonte: newsit 

Traduzione di Atene Calling
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 × = venti cinque