Comunicato sulle violenze fasciste a Creta

L’associazione dei professori universitari della facoltà di scienze sociali dell’Università di Creta ha rilasciato un comunicato stampa, il 13.9.12 (Rèthymno, Creta)

L’associazione dei professori esprime la sua grande preoccupazione e il suo disprezzo per i fenomeni di violenza xenofoba, razzista e fascista (materiale e simbolica) che tutti i giorni e senza alcun ostacolo si verificano dappertutto in grecia. Gli assalti contro i migranti e i cittadini greci che diventanto vittime a causa delle loro origini etniche e razziali, il loro stile di vita e le loro idee, costituiscono esempi più che tangibili delle tendenze e delle pratiche seguite, nonchè di un pericolo per la coesione della società e della democrazia stessa.

A Rèthymno (Creta) in queste ultime settimane abbiamo visto l’apparizione dei battaglioni d’assalto dell’Alba Dorata, che picchiano allievi e studenti universitari di sinistra, nelle strade della città, senza che alcuna misura venga adottata per far fronte o evitare tali fenomeni. Simili incidenti si sono verificati l’altro ieri al Campus universitario “Gàllu” con i messagi fascisti scritti sui muri di tutte le facoltà e firmati dalla T.O. Rethymno dell’Alba Dorata (Organizzazione locale, T.O.). Dal loro contenuto è più che ovvio che questa banda mette al bersaglio anche i professori universitari che apertamente difendono i diritti -previsti dalla costituzione- umani, sociali e politici. 

Purtroppo, queste minacce non si sono fermate ad un livello simbolico. In questi ultimi giorni due incendi nei pressi dell’università, al centro autogestito, dimostrano l’intensificazione della violenza fascista, nello spazio sensibile dell’università, con degli effetti enormi sulle condizioni delle libertà accademiche che garantiscono il buon funzionamento dell’università in vista del nuovo anno accademico. 

L’associazione dei professori universitari della facoltà di scienze sociali dell’Università di Creta, chiama tutti i cittadini democratici di Rèthymno a condannare queste provocazioni fasciste. Ci appelliamo alle istituzioni locali ad agire immediatamente per proteggere sostanzialmente la democrazia e denunciare immediatamente la strisciante minaccia fascista. 

Il consiglio amministrativo 
Eleni Fournaraki
Nikos Serdedakis 
Vaggelis Nikolaidis
Ilias Oikonomou 
Thomas Nitsopoulos

articolo da left

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre × 3 =