Dichiarazione di Tsipras su Romanos

GREECE-POLITICS-SYRIZA-TSIPRAS

“Nikos Romanos si trova al venticinquesimo giorno di sciopero della fame, si trova ricoverato in questo momento all’ospedale Gennimatàs rivendicando il rispetto dei suoi diritti previsti dalla Costituzione e, in particolare, l’ovvio diritto di ogni cittadino all’educazione e all’istruzione. Tutta la gente democratica, le personalità e gli istituti sostengono questa sua domanda.

Lo sciopero della fame di Nikos Romanos non è solo una questione sua e dei suoi familiari, ma anche dell’intera società, in un periodo in cui la democrazia e le libertà costituzionali vengono sistematicamente attaccate.

Al contempo, mette in risalto la questione centrale delle condizioni di detenzione e dei diritti dei detenuti, che vivono in condizione di distruzione della dignità e della loro dimensione umana. La grandezza della democrazia è proprio il rispetto della dignità umana e dei diritti, indipendentemente dall’identità politica o da altro. Sono questi i principi istitutivi delle moderne società democratiche, le fondamenta su cui deve basarsi ogni stato che rispetta la democrazia.

Obiettivo di un sistema moderno e democratico di detenzione non può essere la vendetta e la forza contro i detenuti, ma l’integrazione sociale, di cui è parte inseparabile il diritto all’educazione.

Tra l’altro, e questo deve essere chiaro per i ministri coinvolti, in uno stato di diritto una vita umana non può essere messa sul piatto della bilancia con nessun altro peso di natura politica.

Il governo ha l’obbligo di intervenire immediatamente e non di contribuire oggettivamente a far esplodere la tensione, coltivando un clima di instabilità e insicurezza”

Fonte: stokokkino

Traduzione di AteneCalling.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque × = 25