"É stato il razzismo che lo ha ucciso" un testimone afferma che vide Ndiaye essere spinto da due agenti che lo stavano inseguendo.

Guarda il video realizzato da Ross Domoney con la testimonianza di un amico che vide gli agenti spingere giù BABAKAR NDIAYE.
Questo Video fa parte di un progetto di ricerca in corso ad Atene di 
Intanto, il 14 febbraio si è svolta una manifestazione a Thissio, nei pressi della fermata della metropolitana, per protestare contro l’uccisione di BABAKAR NDIAYE.
Di seguito l’appello che convoca la manifestazione
Il 1.2.13 la polizia municipale inseguiva alcuni venditori ambulanti che si trovavano a Thissio, nel centro di Atene, nei pressi della stazione della metropolitana. Quando i poliziotti li hanno accerchiati per prender loro la merce, un migrante è caduto da 7 metri ed è finito sui binari del treno, morendo sul colpo.
Si tratta del senegalese BABAKAR NDIAYE, 38 anni.
Si tratta del secondo omicidio di un migrante in due settimane. Il precedente assassinio era avvenuto il 17 gennaio ad opera di membri di Alba Dorara, che avevano ucciso l’operaio pakistano Shehzad Luqman, a Petralona. 
L’omicidio di Babacar è direttamente connesso con la politica del Comune di Atene. Non solo perché i suoi assassini erano della polizia municipale, ma anche perché si tratta di una conseguenza diretta della politica del sindaco Kamini per un’ “Atene pulita”: una città pulita da ogni forma di vita e di creatività, senza migranti, senza occupazioni, piena di poliziotti, lasciata alle mani e alla politica dei fascisti. E non è affatto casuale il fatto che Babacar fosse uno dei venditori ambulanti della facoltà di ASOEE, che in quest’ultimo periodo, e soprattutto dopo gli attacchi feroci dei poliziotti alla facoltà, cercava di trovare un angolo nella città per poter guadagnarsi qualche soldo.
La macchina della morte non mira solo ai migranti, ma alle vite di tutti noi. Perché la povertà, la disoccupazione, la mancanza di assicurazione sanitaria, riguarda tutti noi. Perché le lotte e la solidarietà sono il filo che le unisce. Perché è giunto il momento di finirla con ogni forma di fascismo – del sindaco Kaminis, della Troika, del governo, di Alba Dorata.
Per le lotte comuni di greci e migranti
Corteo. Giovedì 14 Febbraio, 17:00 Thissio
L’assemblea di piazza Vittoria

Originale in greco: athens.indymedia
Taduzione di  AteneCalling




Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 1 = due