L’ospedale purgatorio dove muore la civiltà

ImageProxy (2)

Uno stato dovrebbe essere giudicato per il modo in cui tratta i suoi membri più deboli. Se consideriamo come criterio le foto pubblicate via twitter provenienti dall’ospedale dei detenuti del carcere di Korydallòs “Aghios Pavlos”, allora dobbiamo vergognarci tutti.

I malati-detenuti hanno intrapreso dal 16 febbraio uno sciopero della fame, definendo l’ospedale, che tra l’altro si trova vicino ad una scuola, un “purgatorio” e una “discarica di persone”. Hanno denunciato il pericolo di diffusione della turbecolosi e della scabbia. “Siamo 180 scioperanti della fame, detenuti malati di cancro, malattie renali, sieropositivi, persone che hanno subito trapianti. Stiamo morendo lentamente!” – affermano chiedendo l’intervento del governo.

Di seguito alcune foto. Un pugno in faccia alla nostra civiltà:

Κρατούμενοι

Κρατούμενοι

Κρατούμενοι

Fonte: koutipandoras

Traduzione di AteneCalling.org

Dopo la diffusione di queste immagini è stato chiamato un concentramento per protestare e chiedere dignità:

“L’ospedale del carcere di Koridallòs è un lager” – Presidio lunedì 24/02 alle 09.00 a via Nikoforidis

Un video dall’interno:

Leggi anche: Le condizioni delle carceri greche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


1 × cinque =