Omicidio Fyssas: i dialoghi telefonici della polizia

Pavlos-Fyssas

Stanno venendo fuori diversi dialoghi significativi rispetto all’atteggiamento della polizia la notte in cui Pavlos Fyssas è stato assassinato. Cosa dicevano gli uomini dell’unità DIAS che si trovavano sul posto? Cosa rispondeva il centro della Polizia Greca? Fanno impressione i dialoghi tra l’unità DIAS e il centro della Polizia poco prima dell’omicidio di Pavlos Fyssas a Keratsini, da parte dell’albadorato G.Roupakiàs.

Dalla trascrizione risulta che il ruolo della polizia quella sera è stato passivo.

Segue il dialogo:

Equipaggio 1: Parecchie persone in via Pavlou Melà e Kefallinìas, circa 20 persone. Devono essere venti. Venti persone di Alba Dorata che, come siamo stati informati, avevano una disputa con certe persone del noto spazio. Siamo vicini e cerchiamo di placare gli spiriti.

Equipaggio 2: D’accordo anche Perama.

Equipaggio 1: Centro sappiate che da quello che possiamo vedere, ci sono anche dei pugni di ferro e mazze.

Annunciatore di stazione: Siete sul punto… (incomprensibile)

Equipaggio: C’è qualche tensione al centro (incomprensibile) e un altro gruppo ancora. Che arrivi anche Drapetsona. Che arrivi un altro gr.. (incomprensibile)

Annunciatore di stazione: Rimanete a distanza e dateci un’immagine. Arriveranno anche altri gruppi.

Equipaggio: Centro vediamo certe persone di Alba Dorata dare la caccia ad altre persone in via Tsaldari. Li inseguono per prenderli.

Equipaggio 1: D’accordo anche Nikea?

Equipaggio 2: E anche Perama no (incomprensibile)…

Equipaggio: Centro siamo già in via Kefalinias e hanno girato a sinistra in via Tsaldari su via Lampraki, adesso non li vediamo, ci avvicineremo.

Annunciatore di stazione: Per i gruppi che si stanno avvicinando, 410 Perama qualsiasi persona vedete fuggire senza fiato, informateci. Lo fermiamo fino ad informa.. (incomprensibile).

Come risulta dal dialogo sovramenzionato, la polizia era stata informata che il “bersaglio” degli albadorati erano degli antiautoritari, però l’intervento dell’unità DIAS (in moto) non è stato immediato. È chiaro che l’ordine dato era di non intervenire, e l’agente del centralino della stazione non manda rinforzi. Infine nel dialogo vengono registrati anche i momenti dell’omicidio di Pavlos Fyssas.

Equipaggio: Centro una persona è… ha… è insanguinata, probabilmente per una coltellata. Ci dichiara che è stata attaccata da un’altra persona. Ci sono due persone sul posto. Mandate l’ambulanza e la stazione.

Annunciatore di stazione: 481, una persona ferita, accoltellata. Dove si trova la persona e se è greco o straniero.

Equipaggio: Centro, siamo in via Tsaldari, Panagi Tsaldari 62. La vittima è un greco e anche la persona che ci dichiara di aver agito.

Fonte: news247.gr

Traduzione di AteneCalling.org

*****

I poliziotti pensavano di portare Fyssas all’ospedale in taxi, in base a quanto risulta dai dialoghi tra gli uomini dell’unità DIAS e il centro della polizia; infatti l’ambulanza era notevolmente in ritardo. Stando a quanto risulta dai documenti con i dialoghi trascritti con l’EKAV [centro nazionale di pronto soccorso, ndt], l’EKAV è stato informato dalla polizia alle 00:05 e due minuti dopo gli uomini dell’unità DIAS hanno comunicato al centro che le condizioni del ferito erano critiche.

“Centro, sollecitiamo l’EKAV. La persona è stata accoltellata probabilmente al cuore. Adesso ha perso i sensi” riportano nello specifico gli uomini della DIAS, mentre il centro risponde di “rimanere calmi”.

Leggete qui gli interi dialoghi

Alle 00:25 i poliziotti informano il centro che Pavlos Fyssas sarebbe stato trasportato in ospedale con un taxi dicendo: “Centro, da quello che ci dicono qui, un taxi prenderà la vittima e la porterà in ospedale“.

“Chi decide per l’EKAV ragazzi?” chiede l’annunciatore del centro.

“Centro, qui è  il direttore del centro giornaliero” riportano i poliziotti e il centro risponde dicendo: “Se decide il direttore, allora va bene”.

Due minuti dopo, il centro afferma: “Dall’EKAV ci è stato riferito che adesso escono su via Salaminos. In 2-3 minuti saranno là”.

Fonte: topontiki

Traduzione di AteneCalling.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 + = sei