Provocazione!

ed-tech-miro_17

Mentre veniva scritto l’articolo principale non era del tutto chiara la natura dell’atto criminale avvenuto davanti agli uffici di Alba Dorata di Neo Iraklio. Nessuna versione può essere esclusa a priori. Né serve la fretta. Serve però la determinazione nelle indagini e lo smantellamento delle bande che agiscono “nel nome di” ma contro il popolo, la democrazia e la società. Inoltre è necessario trovare i fili che si perdono della malavita del parastato, nei servizi di sicurezza, che è provato che sono corrotti dall’estrema destra ed è provato storicamente che giocano il gioco della strategia della tensione anche attraverso reati.

Le circostanze, così come vengono descritte, danno l’idea preconcetta di un attacco terroristico. Vengono confermate le informazioni secondo cui le vittime erano membri di Alba Dorata. L’atto oggettivamente funziona come una provocazione. In un periodo in cui la leadership di Alba Dorata è in carcere e deve affrontare la Giustizia che indaga sulle sue attività assassine, l’attacco armato può portare alla vittimizzazione dei nazisti colpevoli e creare un contrappeso all’estrema destra con altre forme di violenza. I cugini politici di Alba Dorata cercano già di guadagnarci inscenando il fantasma della “violenza di sinistra”. Tra l’altro era il consigliere del primo ministro, Chrissanthos Lazarìdis, colui che “prevedeva”, sopra la tomba ancora aperta di Pavlos Fyssas, l’arrivo anche di altri morti..Una profezia auto-realizzata?

L’attacco omicida trasforma il sollievo provato dalla società con l’arresto dei criminali neonazisti in angoscia o timore che forse nelle strade prevarranno condizioni di “guerra non dichiarata”. Gli autori dell’attacco terrorista non avevano nemmeno l'”alibi” malato che stavano rispondendo alla pari per intimidire e limitare l’arroganza degli albadorati. Al contrario possono provocare il loro incoraggiamento, visto che Alba Dorata cercherà di trasformarsi da colpevole a vittima e di evitare le indagini giudiziarie.

In un periodo di fluidità politica e di calo economico, durante il quale è necessaria la mobilitazione della società, l’intrusione dei terroristi armati contribuisce all’intimidazione della società e alla trasformazione della politica in uno spettacolare scontro di meccanismi..L’attacco alla normalità non giova alle aspettative popolari. Solo la partecipazione attiva dei cittadini e la pretesa di sviluppi democratici possono assicurare un regolare percorso verso il necessario cambiamento democratico.

Dal quotidiano “I Avgi”

Fonte: alfavita.gr

Traduzione di AteneCalling.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette × = 7