Pubblicate le foto e i dati dei membri di Golden Dawn arrestati per l’omicidio di Shehzad Lugman

Due membri di Golden Dawn di Corinto sono stati arrestati ad Atene il 5 febbraio a seguito dell’ omicidio di un giovane pakistano Shehzad Luqman.
Lo scorso 15 febbraio la polizia municipale, dopo aver ottenuto  l’approvazione del Pubblico Ministero, ha reso pubbliche le  informazioni e le immagini dei due uomini arrestati il 5 febbraio a Chaidari, nell’Attica,  e  le specifiche delle armi che hanno trovato  in loro possesso.
Secondo la polizia, i due uomini sono stati  identificati come Panagiotis Drakos,  nato nel 1986 a Corinto, e Grigorios-Loukas Chaidas, nato nel 1994 sempre a Korinthos.
I due giovani,  presunti membri di Golden Dawn, sono stati trovati alla guida del proprio veicolo senza targhe. Dopo averli fermati, la polizia ha scoperto una pistola “zavasta” e quattro proiettili, un bastone e un coltello in possesso del 27enne e un coltello, un bastone, un paio di guanti e un maschera facciale in possesso dell’ uomo di 19 anni .
Inoltre, sono stati trovati nella macchina anche due caschi integrali.
La polizia ha dichiarato che le loro immagini sono state pubblicate affinché possano essere riconosciuti, nel caso in cui fossero coinvolti in altri crimini. I cittadini sono stati invitati a contribuire alle indagini della polizia.
Allo stesso tempo, a Creta  è stato arrestato un uomo di 34 anni  e altre 10 persone sono ricercate per il grave ferimento di tre giovani di origine pakistana a Ierapetra. I tre immigrati sono ricoverati in ospedale con gravi ferite alla testa e fratture su tutto il corpo. La loro condizione è stata valutata dai medici come critica.
La polizia ritiene che ci siano motivazioni razziste dietro l’attacco, perché alcuni degli indagati, come si dice, hanno legami con Golden Dawn.
I PRECEDENTI
Pochi mesi fa erano stati arrestati a Kavala, dal dipartimento di Sicurezza di Salonicco, 23 membri di un gruppo di estrema destra. L’Ex-commandos, che faceva uso di artiglieria pesante, spietato, estremamente pericoloso era in stretto contatto con l’estrema destra e stava dando vita a un organizzazione criminale su molteplici livelli. 
Il leader  del gruppo aveva aperto il fuoco con i fucili d’assalto Kalashnikov contro gli agenti delle forze dell’ordine e contro una stazione di polizia nel corso del ‘doppio attacco’ a Rodolivos, Serres e Keramoti, Kavala. Il gruppo aveva inoltre condotto operazioni a Xanthi e a Salonicco.
In una discussione che è stata registrata dalla polizia, un membro del gruppo affermava che “con quell’uccello (mitragliatrice) sulla spalla e una maglietta di  Golden Dawn spariranno tutti”.
La confisca realizzata dalle forze dellordine ammonta a 266.000 €, 3.000 dollari, 19 pistole, una granata, più detonatori e divise della polizia.
Sono stati tracciati anche l’organigramma, i ruoli  e  gli obiettivi  all’interno dell’organizzazione. Un avvocato dava il  supporto legale al gruppo, offriva  i suoi consigli per 500 euro a persona e dava loro indicazioni per quanto riguarda la prosecuzione delle loro attività. Un poliziotto per la ‘protezione speciale’, originario di Kavala ma che lavorava ad Atene, forniva al gruppo  esplosivi e giubbotti antiproiettile (perché essendo un agente di polizia  poteva comprare detto materiale senza causare alcun sospetto).
Sono state anche registrate alcune conversazioni del poliziotto  in merito agli  ‘scioperi’ futuri che ci saranno ad Atene e alle sue indicazioni su quali fossero i compiti dell’organizzazione e i percorsi  adatti da intraprendere. Tra gli arrestati c’è anche una persona che ha superato gli esami per l’ingresso nei corpi della polizia ‘speciale”, mentre un altro dei leader del gruppo è il figlio di un poliziotto in pensione.
Finora 23 persone sono state arrestate, tra i  24 e i 50 anni. Una persona  era già in carcere per aver commesso altri tipi di reati, mentre 7 persone sono ancora ricercate dalla polizia per trasporto di  armi, traffico di droga e falsificazione di moneta. L’organizzazione si è impegnata complessivamente in 5 rapine in banca e 10 rapine ATM, utilizzando esplosivi. Un membro dell’organizzazione ha rapinato 4 banche. L’importo totale del denaro ricavato si aggira intorno ai 450.000 €, di cui ne sono stati ritrovati solo 266.000. Inoltre, la polizia ha trovato 19 armi (tra cui quattro kalashnikov, 1 mitragliatrice, 6 fucili e 6 pistole) una granata, detonatori e abbigliamento di polizia.
I membri del gruppo, nelle numerose conversazioni intercettate dalla polizia, hanno sempre fatto riferimento a organizzazioni di estrema destra che si adoperano nella loro area, esprimendo sostegno a Golden Dawn. Uno degli arrestati è stato accusato di attacchi contro gli anarchici, realizzati in passato.
Golden Dawn ha pubblicato un annuncio pubblico, negando ogni rapporto con gli arrestati.
Originale in greco: tovima e ethnos  
testo tratto da icantrelaxingreece
Tradotto da atenecalling

1 comment for “Pubblicate le foto e i dati dei membri di Golden Dawn arrestati per l’omicidio di Shehzad Lugman

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 4 = tredici