Sciopero generale contro le nuove misure di austerità

gen2

Lo sciopero generale di oggi non riuscirà a convincere il governo di Atene a ritirare la proposta di legge di austerità, sostiene Martin Koehring, analista greco presso l’Economist Intelligence Unit.

Koerhing prevede inoltre che ci sono poche possibilità di incoraggiare i parlamentari a ribellarsi contro il piano di riforme e tagli di posti di lavoro.

Spiega:

Lo sciopero generale difficilmente riuscirà nello scopo di costringere il governo a ritirare la sua ultima proposta di legge di riforma o a convincere abbastanza parlamentari a votare contro.

Nonostante il governo ha solo 155 parlamentari su 300, è improbabile che ci siano sufficienti defezioni per bocciare il provvedimento. Una forte ribellione dai parlamentari della coalizione così presto dopo il rimpasto di governo dell’ultimo mese è improbabile.

Ma ciò non significa che lo sciopero sia privo di significato. Al contrario, mostra il “forte sentimento anti-austerity presente tra la popolazione”.

L’Economist Intelligence Unit continua ad aspettarsi che i rischi politici (disordini sociali e un potenziale collasso della coalizione di governo dei due partiti) rimangano un punto centrale in Grecia quest’anno e nel 2014, aggiunge Koehring.

Fonte: guardian

Fotografia: ANGELOS TZORTZINIS/AFP/Getty Images

Maggiori informazioni in inglese a questo link

Traduzione di Atene Calling

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette + = 15