Unità di recupero tossicodipendenti in crisi

b830f1709425fa22413d9b3b06f87b16_XL

Sta crollando l’unità di riabilitazione di tossicodipendenti “18 Άνω” per colpa della mancanza di personale e di finanziamenti, mentre è ovvio ormai il pericolo che smetta di funzionare per l’imminente chiusura dell’ospedale psichiatrico di Attica “Dafnì” al quale appartiene.

E ciò che è stato denunciato oggi in una conferenza stampa organizzata dal personale e dagli utenti del “18 Άνω”.

I 600 tossicodipendenti che sono attualmente iscritti in questo programma di riabilitazione, hanno espresso il proprio terrore alla sola idea che il “18 Άνω” chiuda e si sono appellati ai cittadini e allo stato per sostenere la continuazione del suo funzionamento.

“Il direttore dell’ospedale psichiatrico “Dafni” sta accelerando la sua chiusura al 2015, per cui anche noi tra un anno rimarremo senza un timbro. Quando chiediamo cosa succederà dopo la chiusura dell’ospedale psichiatrico, dove andrà il “18 Άνω” non ci dà alcuna risposta chiara” ha detto il signor Alexandros Kyrousis, psichiatra e direttore dell’Unità di Riabilitazione 18 Άνω dell’Ospedale Psichiatrico di Attica.

La psichiatra Katerina Màtsa responsabile scientifico del “18 Άνω” ha rivolto una critica dura al ministro della sanità Adoni Georgiadi e al direttore dell’ospedale psichiatrico dell’Attica, Pavlos Theodoràkis : “Il direttore è stato nominato dal ministro della sanità e esprime la sua opinione. Non c’è alcun piano nazionale di strategia per la salute. Stanno pianificando la privatizzazione della riabilitazione. Bisogna garantire il quadro teorico e terapeutico e i principi fondamentali del programma che rappresenta una proposta diversa”.

“18 Άνω” trasmette un segnale di pericolo, sta crollando la più grande unità di riabilitazione del sistema sanitario nazionale” ha detto Iraklis Gkòtsis dal comitato del personale dell’unità, aggiungendo che “è necessario garantire il suo carattere pubblico e che continui ad offrire servizi gratuiti senza alcuna distinzione a chiunque si rivolga ad esso, e di dotarlo di tutte le possibilità per la sua crescita”.

Di Christina Chatzipalamoutzi  

Fonte: ygeia

Traduzione di AteneCalling.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ uno = 8