Xanthi: “Mio padre è morto perché ci hanno staccato l’elettricità”

xanthi

24/10/2013

La bolletta era salatissima, la famiglia non poteva pagarla, l’ENEL greca (DEI,n.d.t) ha tagliato l’elettricità e così è morta una persona: un caso che sta sconvolgendo la città di Xanthi..

“Mio padre viveva grazie a una macchina per l’ossigeno. Ci è arrivata una bolletta di 3.000 euro e visto che non l’abbiamo pagata ci hanno tagliato l’elettricità. Mio padre è morto” ha detto uno dei presenti all’assemblea della Commissione Popolare di Xanthi, la sera di Mercoledì (23.10.13) al Centro dei lavoratori, agghiacciando il pubblico.

Alcuni membri della Commissione Popolare di Xanthi, istituita per effettuare una serie di interventi a favore della società di Xanthi, si sono radunati alle 19:00 nella sala del Centro dei Lavoratori discutendo ed esprimendo le proprie preoccupazioni su questioni come il riscaldamento, il ticket di 25 euro negli ospedali del paese, i pignoramenti e i sussidi, nonché il taglio di acqua ed elettricità.

Originariamente tratto da: thrakitoday.com

Fonte: left.gr

Traduzione di AteneCalling.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − = due